7 maggio 2010

Grattini fai da te (Grattini della Patty)

Sono convinta che se non fossi una patita dello spignatto, mi sarei lasciata abbaggliare dai prodotti Lush... spesso (s)cadono in prodotti che non appaiono ben formulati ma le loro idee sono senza dubbio originalissime.

Per l'ennesima volta mi sono messa a furegare (frugare, come si dice nel mio dialetto) nel loro sito ed ho deciso stavolta di copiargli - a modo mio - la ricetta dei Grattini.
Come avrete intuito, trattasi di scrub ma solidi e a base di zucchero (tipo zollette di zucchero per capirsi) dalla forma di semisfera. Dovrebbero essere allo stesso tempo lavanti.

Vi riporto l'inci dal quale ho preso spunto (quello di "Cristalli Magici", uno dei due grattini proposti da Lush):
Zucchero del Commercio Equosolidale (Saccharum officinarum), Bicarbonato di Sodio (Sodium bicarbonate), Olio Extra Vergine di Cocco (Cocos nucifera), Cremor Tartaro (Tartaric acid), Sodium Laureth Sulfate, Essenza Assoluta di Mimosa (Mimosa tenuiflora), Essenza Assoluta di Cera d’Api (Cera alba), Olio Essenziale di Ylang Ylang (Cananga odorata), Cocamide DEA, Lauryl Betaine, *Coumarin, Benzyl Salicylate, Profumo (Parfum), Colore 73360.
Non disponendo di tutti gli ingredienti, ho copiato a modo mio :-) creando due versioni: una più morbida e una più solida.
 
Grattini della Patty - versione morbida -
 
Zucchero bianco 60 gr
Bicarbonato 30 gr
Olio di Cocco non frazionato (solido) 30 gr
Sodium Lauryl Sulfoacetate 30 gr (tensioattivo in polvere - facoltativo)
Profumazione Pina Colada (di SensoryPerfection.co.uk)


o - o - o - o - o -o


Grattini della Patty - versione solida -

Zucchero bianco 60 gr
Bicarbonato 30 gr
Olio di Cocco non frazionato (solido) 10 gr
Sodium Lauryl Sulfoacetate 30 gr (tensioattivo in polvere - facoltativo)
Profumazione Brezza Marina qb


Procedimento:


Fate sciogliere l'olio di cocco al microonde (o a bagnomaria se preferite - comunque non ci sarà molto da aspettare) e versatelo sopra lo zucchero e mescolate, aspettate che si raffreddi un po' il tutto e aggiungete il bicarbonato. Aggiungete quindi il Sodium Lauryl Sulfoacetate e mescolate. Infine, qualche goccia della fragranza che avete scelto.
 
A questo punto, ho riempito alcuni stampi a forma di cuore (quelli dell'Ikea per ghiaccioli) con l'impasto e messo tutto in congelatore per circa un'ora. Una volta che i grattini erano belli che congelati, li ho tolti dagli stampi.
A temperatura ambiente hanno assunto la loro consistenza: sono piuttosto morbidi ma mantengono la loro forma originaria.

Ma eccoli qui!

I grattini più morbidi (a sinistra) e quelli più solidi (a destra). 

Impressioni

I grattini più morbidi praticamente non fanno quasi schiuma (vista la grande quantità di olio) e in pratica non lava ;-P Si può tranquillamente omettere il tensioattivo a questo scopo. Mentre quelli più solidi, fanno una schiumetta leggera, oltre a svolgere la loro azione esfoliante. 

Durante l'uso, ovviamente, non avvicinateli allo spruzzo diretto dell'acqua che si sciolgono in 3 nanosecondi prima che iniziate a grattuggiarvi! 

Inoltre, la prossima volta credo aggiungerò del burro di Karité alla seconda ricetta - sostituendolo ad una parte di olio di cocco, per renderli ancora un po' più duretti.

Nel complesso comunque, fanno il loro lavoro :-)

21 commenti :

  1. Sono adorabili!!

    RispondiElimina
  2. Ma sono curiosissima, vorrei provare tutte le tue ricette! :-O
    Una volta ho provato a fare delle saponette in casa, fondendo del sapone di marsiglia grattugiato, colorate con colorante alimentare e profumate con oli essenziali.
    Ma sono rimaste mosce e uhm come se all'interno fossero vuote :-S
    Secondo te ho sbagliato qualcosa ? :-$
    Per ora mi limito quindi ad appiccicare fra loro vecchie saponette, dando vita a saponi multicolore :-D
    Complimenti, blog interessantissimo, che seguo con piacere :-)

    RispondiElimina
  3. Sono sempre stata attratta da questo spignatto, e sinceramente visto che avrei proprio bisogno di farmi uno scrub faidame prendo spunto dalla tua "scopiazzata" e ci provo anch'io a fare i simil grattini..non avendo del tensioattivo direi che opto per l'idea di puro olio e burro solidificati, a me basta la funzione grattante, per lavare ci pensa il bagnoschiuma dopo! gli stampi sono veramente originali!!

    RispondiElimina
  4. @Uapa: il sapone rilavorato non mi viene mai bene... ci ho rinunciato a capire :? Mi dispiace, ma non so aiutarti :(

    @Helena: gli stampi sono Ikea. I secondi più che sembrare pesciolini, sono dei siluretti... ;D

    RispondiElimina
  5. Bellissimi!
    quanto tempo si comservano?
    e una volta fatti, dove li tieni per conservarli al meglio? in freezer?

    RispondiElimina
  6. @Tabatha: non li tengo in frigo, anche perché non contengono acqua, ma dentro un contenitore ben chiuso. Credo che possano durare mesi.

    RispondiElimina
  7. Ciao Patty, volevo sapere se esiste un tensioattivo completamente naturale. Cioè che non sia nemmeno estratto chimicamente...non so ad esempio un oleolito, una tisana?

    Grazie mille
    Samantha

    RispondiElimina
  8. Ciao Samantha!

    Dunque, oleolito o tisana che lavino non è possibile (l'oleolito è un olio, non va proprio ;-) ).

    Esistono piante da cui si possono estrarre le saponine tramite infusione... ci sono le famose noci del sapone, che vengono vendute anche in polvere con il nome di Aritha o mi viene in mente lo Shikakai (sono prodotti ayurvedici). Leggevo che questo tipo di saponine non dovrebbero essere tossiche per la fauna acquatica (alcune specie) come si dice, bisognerebbe approfondire l'argomento...

    RispondiElimina
  9. ciao patty, ho provato a fare i grattini ma ho sostituito l'olio di cocco con un'altro olio a caldo ora e tutto in freezer! speriamo! hi anche fatto le gelatine con un bagnoschiuma bellissimo speriamo bene! ah non avendo l'oe ho messo la fraganza di mandorle... chissa! al massimo butto utto

    RispondiElimina
  10. ciao patty!! ma mi chieedvo una cosa: tu come ti procuri le profumazioni? le vendono in farmacia? cosa bisogna chiedere?
    ciao ciao mary

    RispondiElimina
  11. Siti internet di materie prima, trovi qui a destra il link alla lista.

    RispondiElimina
  12. come fragranza vanno bene quelle x uso alimentare?? o gli oli essenziali??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli aromi alimentari svaniscono presto; gli oli essenziali puoi usarli ma se li conosci e sai dosarli.

      Elimina
  13. Ciao a tutti! Questi grattini vanno usati con la pelle umida?
    Patty ho letto che se li avresti fatti ancora avresti aggiunto del burro di karitè, hai provato?
    Potresti gentilmente dirmi le modifiche aghiungendo il burro di karitè?:)
    Grazie attendo risposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara!
      Non li ho più fatti però proverei con 5 gr di olio di cocco e 5 gr di karité.
      :)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Grazie mille per la risposta, oggi proverò a farli solo che non ho il sodium lauryl sulfoacetate, dove potrei acquistarlo? :)

      Elimina
    4. Se non è quello, ti basta un qualsiasi tensioattivo in polvere come quelli che vende Aroma Zone.

      Elimina
  14. Ho provato a farli con la modifica ma sono venuti morbidi lo stesso quando si prendono in mano si disfano quasi da quanto morbidi sono :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi procuro il bicarbonato e provo a rifarli per farti sapere.
      Penso che la chiave potrebbe essere il tensioattivo da sostituire con una polvere riempitiva come amido di riso/mais... devo provare.

      Elimina
    2. Grazie mille, mi faresti un grande piacere!:)

      Elimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)