9 dicembre 2009

Burro di karitè all'Aloe (alias Shealoe Butter)

Mentre girovagavo per qualche blog americano di cosmetici fai da te - perché bisogna tenersi aggiornati ;P - mi è saltato all'occhio lo Shealoe butter (Shea butter = burro di Karitè) come ingrediente per uno scrub... che non è altro che un mix di  burro di Karitè  montato e gel d'Aloe.

Mi sono subito detta che potevo farlo anch'io!

Così mi sono messa a cercare su Youtube se qualche ragazza americana avesse messo un tutorial di qualsiasi tipo su questo burro... ovviamente non poteva mancare, viva l'esibizionismo! :D
Come immaginavo, tutte preparano questo burro montato a freddo, come volevo fare io per non alterare le proprietà dei due ingredienti.
Ricercando ancora per capire un po' le dosi, scopro che quello che viene venduto già pronto sui siti americani è composto dal 50% di Karitè, 45% di Aloe, emulsionanti a freddo - polisorbate 60 e sorbitan stearate - e conservanti bruttini. Niente di ecobio, poco ma sicuro.

Questo pomeriggio la mia voglia di mettermi a trafficare con gli emulsionanti era pari a zero, avevo voglia di uno spignatto semplice e veloce.  E insomma, non c'è bisogno di complicarsi la vita per così poco :)
Così avevo deciso che nel mio Shealoe Butter avrei cambiato le percentuali di Karitè e Aloe così da scongiurare il più possibile la peggiore  sciagura che possa capitare ad uno spignattatore: la separazione!!!
Perché chiaramente una miscela di gel d'aloe e burro assomiglia pericolosamente ad una crema... e sappiamo che burri e acqua per loro natura non si legano senza un aiutino.

Ho pensato che aumentando la quantità di Karitè e mettendo meno Aloe, magari il primo avrebbe "incorporato" il gel durante la lavorazione (perdonate, non so come spiegare il mio ragionamento...) e la densità dello stesso, oltretutto montato, avrebbe reso possibile l'unione!
Presumo comunque che prima o poi il mio burro si separerà ma spero di finirlo prima che possa accadere :-)


Ma dopo tante chiacchiere, passiamo alla ricetta:


Burro di Karitè all'Aloe


Burro di karitè 100gr (2 parti)
Gel d'Aloe 50 gr (1 parte)
Aperoxid TLA (antiossidante) 3 gocce

Procedimento:
Come vi accennavo, ho montato il burro di karitè a freddo, come spiegato in questo post.
Una volta che il burro era bello cremoso, ho aggiunto un po' alla volta continuando a frullare con le fruste, il gel d'aloe finché non era del tutto incorporato nel burro (e soprattutto non si vedevano più goccioline di gel).
Ho aggiunto le 3 gocce di antiossidante e a questo punto,  potete profumare a piacimento (io non l'ho fatto perché questo burro lo userò per un altro spignatto).

Non ho aggiunto conservanti perché ipotizzo che bastino quelli del gel d'aloe e che l'aloe sia "interamente avvolto" dal burro così da non poter entrare in contatto con germi, muffe e batteri vari (come accade nei sottolio insomma) almeno finché la parte acquosa non si separerà (me la sto chiamando!).
Ma sarà il tempo a dire se ho ragione, ne lascerò un po' da parte per vedere come evolve la situazione :)

Sostituzioni:
Usate l'antiossidante che avete in casa secondo le relative dosi: Tocoferolo, oleoresina di Rosmarino o Antiranz (di Behawe.com).

Considerazioni:
Come consistenza è un burro non troppo cremoso, ma morbido al tatto come lo vedete dalle foto - assieme ad un ramo della mia pianta di Aloe.
A questo link potete vedere il burro nella versione americana e non mi sembra così diverso dal mio.
Direi che sono soddisfatta del mio esperimento, non mi resta che sperare che non si separi così in fretta come temo... dai, lo dico per scaramanzia ;P

19 commenti :

  1. Oddio un commento sensato ce la farò? secondo me no..

    comunque volevo dirti che ti seguo sempre con interesse anche se non commento praticamente mai (è che chiedi commenti sensati è difficile xD).

    Questo spignattino è interessante, sono proprio curiosa di sapere quanto reggerà!

    Però dai dai confessaci i blog americani che segui, non lasciarci nell'oscura ignoranza!

    RispondiElimina
  2. bellissima idea e soprattutto semplice, mi manca solo un buon frullatore ma con il natale spero in babbo natale veramente!! quasi quasi un giro a cercare qualche spignattatrice americana me lo faccio anch'io, sperando di capirci qualcosa!!

    RispondiElimina
  3. I blog americani che ogni tanto seguo sono nella lista qui a destra "I blog preferiti" poi su ogni blog si trovano mille link e comincio a seguirli... finché trovo qualcosa d'interessante :)

    RispondiElimina
  4. volevo sapere non si può usare il tocoferolo al posto di aperoxid TLA? e poi volevo sapere se si trova in farmacia

    RispondiElimina
  5. Ciao Anonimo,
    come ho scritto nell'articolo, si può usare il tocoferolo al posto dell'Aperoxid.

    Lo puoi trovare in farmacia, se il farmacista è disponibile.

    RispondiElimina
  6. Cara Patty,
    secondo te si riesce a far stare insieme a freddo parti uguali di acqua e olio?
    Eventualmente, con quale emulsionante?
    Grazie.

    RispondiElimina
  7. Ciao Anonimo,

    Non è possibile far stare assieme parti uguali di acqua e olio per quello che ne so io... o forse utilizzando un kg di emulsionante ;-)

    RispondiElimina
  8. Ciao Patty!
    Bellino questo burro, vorrei provarlo anch'io per fare lo scrub allo zucchero...
    Quanto è durato prima della separazione?
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  9. Non si è mai separato, yeah!!
    Dopo quasi un anno ho dovuto buttarlo perché me ne ero dimenticata (che vergogna ma ne era rimasto poco) e il burro si è ossidato...

    RispondiElimina
  10. commento dopo più di due anni dall'ultima tua risposta e mi chiedo se te ne accorgerai mai....comunque ci provo.
    Pensi che questa cremina possa andare bene per il culetto di un neonato al posto del famigerato olio jonson?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,

      per il culetto di un bambino va bene anche dell'olio vegetale, secondo me.
      Personalmente l'Aloe in viso mi irrita e credo che la pelle di un bambino non sia da meno, magari amalgamata con il burro dà meno problemi però per mia esperienza, eviterei sulle pelli delicate.

      Elimina
  11. Ciao Patty! Che belle le tue ricette, ho scoperto il blog solo ora!!
    Vorrei fare il mio primo spignatto, e vorrei chiederti se al burro di karitè montato con gel aloe Equilibra va aggiunto per forza l'antiossidante.. si conserva lo stesso? In fondo ci sono i conservanti del gel equlibra.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      di solito i conservanti/antiossidanti dei prodotti non bastano ma se lo finisci in fretta puoi fare a meno di aggiungere l'antiox.
      A presto!

      Elimina
  12. Ciao Patty, provo a riscriverti (c'ho provato qualche sera fa, ma temo di aver compiuto qualche errore).
    Parlammo di questa formulazione anche su Fb. Lì mi conisgliasti la variante con l'aggiunta di olio, non ho il mio quaderno sotto mano, ma dovrebbero essere, vado a memoria: 60 Karitè, 50 olio e 40 aloe. Mi domando, come cambia il procedimento, rispetto a quello descritto sopra?
    Spero nella tua risposta, sono davvero emozionata all'idea di spignattarmelo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, aggiungli l'olio dopo che hai montato il karité a filo frullando, poi vedi com'è la consistenza perché se è troppo liquido poi con l'aloe non sta in piedi :)

      Elimina
  13. Ciao. Non so se dopo tutto questo vedrai la mia domanda, ma ci provo lo stesso. Questo burro può essere usato al posto della crema o lo si deve alternare alle creme classiche? Visto che contiene gel di aloe, si può usare su pelle asciutta o è meglio applicarlo su pelle umida come tutti i burri e gli oli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Eccomi qua :)
      Per conto mio puoi usarlo su pelle asciutta, poi vedi tu come ti trovi meglio ;)

      Elimina
    2. Grazie per la rapidità della risposta :)

      Elimina
  14. bellissima ricetta l' avevo provata nella mia farmacia


    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)