11 dicembre 2009

Scrub allo zucchero in vasetto

Ed ecco una ricetta curiosa scopiazzata al 90% da un blog americano. Si tratta di uno scrub allo zucchero da mettere in vasetto che all'origine si chiamava Candy Cane Sugar scrub che io tradurrei con lo scrub al bastoncino di zucchero perché il suo aspetto dovrebbe essere quello che vedete qui a destra (link da cui ho preso l'immagine) che s'ispira ai tipici bastoncini di zucchero natalizi estremamente dolci e stomachevoli che nella mia mente sono taaanto rappresentativi del Natale americano :D

Ma io non vivo negli USA e il mio colore preferito è il viola :D perciò ho modificato nell'estetica la ricetta originale.

La ricetta originale è questa:
1/2 tazza di Shealoe Butter (burro di Karitè e Aloe)
10 cucchiai di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di perline di Jojoba rosse
2 cucchiaino di cera d'api gialla o bianca
1/2 cucchiaino di OE di Menta o di fragranza
Devo dire che le misurazioni con tazze, cucchiai e cucchiaini mi danno leggermente fastidio: non sono misure precise e per riuscire ad avvicinarsi alla precisione, servirebbero gli aggeggi per misurare che io non ho.

Alla fine ho fatto lo stesso utilizzando quello che avevo in casa visto che per spignatti così semplici la precisione non è essenziale :)

Comunque non avevo le perline di cera di Jojoba né le comprerò perché costano un'eresia e 1/2 cucchiaino di oe mi sembrava troppo... sono partita da qualche goccia. Inoltre la mia cera d'api non è in perline ma in pezzi (ho un blocco di cera d'api vergine da cui prelevarla) e sono andata moooolto a caso!

Bando alle ciance e passiamo quindi alla mia versione.

»» Patty's Violet Sugar Scrub ««

10 cucchiai di zucchero semolato bianco
1/2 cucchiaino di semi di Papavero
2 cucchiai di cera d'api vergine
Fragranza qualche goccia 
Coloranti alimentari rosso e blu

Procedimento:

Ho preso due ciotole e in ognuna ho messo 5 cucchiai di zucchero semolato bianco per preparare due impasti separati di diverso colore (potete sempre preparare prima uno e poi l'altro).

Nel frattempo, ho sciolto a bagnomaria la cera d'api che come ho detto, ho pesato praticamente a caso :D
Una volta che la cera si è sciolta, ho aggiunto il burro di Aloe. Nella ricetta originale si raccomanda di scioglierlo con molta attenzione, di non scaldarlo  quindi troppo per evitare che l'aloe si separi dal burro.
Allora, una volta aggiunto il burro, ho spento il fuoco, ho cominciato a mescolare la cera e il burro e mentre quest'ultimo stava cominciando ad ammorbidirsi, ho tolto definitivamente tutto dall'acqua. Il composto non era completamente liquido ma molto fluido: ho pensato andasse bene lo stesso e non si è separato nulla.

La prima parte della missione era compiuta!

A questo punto, ho versato il tutto sopra una  delle due ciotole di zucchero ed ho mescolato per amalgamare.

In seguito, ho colorato di viola mescolando del colorante alimentare rosso e blu in pari quantità (che credevo non avrebbero colorato: se sono idrosolubili, come colorano i burri?! Mistero) ed ho aggiunto la fragranza e mezzo cucchiaino di semi di papavero.

Seguendo lo stesso procedimento, ho preparato il secondo impasto a cui ho aggiunto solo la fragranza, senza colorarlo né aggiungendoci i semi.

Adesso inizia la tricky part del nostro lavoro! 
La parte che richiede un po' più di manualità ma non è niente di impossibile. :D

E' necessario un sacchetto per alimenti (il mio era da 3lt) che diventerà la nostra sac à poche da pasticcere per inserire il nostro scrub nel vasetto in senso verticale (come la foto in alto).

Scommetto che avete già capito cosa c'è da fare! Ma ve lo spiego lo stesso.
Per non utilizzare un sacchetto per  impasto, l'ho diviso idealmente in due parti: in un angolo ho inserito a cucchiaiate l'impasto viola e nell'altro l'impasto bianco.

A questo punto, l'ho messo in freezer per circa dieci minuti.

Una volta uscito dal congelatore, ho tagliato la punta dell'angolo viola così da trasformarlo in una sacca da pasticcere per fare questo (ho fatto poi lo stesso con la parte bianca):



L'impasto avanzato lo "spremuto" all'interno a strati fino a riempire il vasetto (ma non ne avevo abbastanza così come la voglia di  farne di ancora).


Il risultato mi sembra simpatico e originale, lo vedo bene come regalino sfizioso.

A pensarci, credo si potrebbe provare a preparare questo scrub a freddo senza l'aggiunta di cera d'api ma direttamente con il burro montato (uno qualsiasi va bene, che non sia troppo fluido però) a cui si aggiunge lo zucchero, i coloranti e la fragranza e poi si inizia la decorazione. La prossima volta farò così.

Stamattina l'ho provato sotto la doccia e devo dire che lascia anche la pelle morbida.

Così com'è dovrebbe conservarsi qualche settimana, non prelevatelo con le mani bagnate (fatevi lo scrub prima di sciacquarvi) e non lasciatelo dentro la doccia o a rischio che ci entri acqua.

Non mi resta che dirvi Buon scrub zuccherato a tutti

21 commenti :

  1. Wow è bellissima questa ricetta! Sei sempre una fonte di ispiraizone e ti seguo sempre con piacere. Non sono molto esperta ma secondo te è possibile usare conservanti per allungare la vita a questo spignatto?


    ps. ma com'è possibile che hai sempre dei bellissimi contenitori dove inserire le tue creazioni?? >__<
    Hai pure il becher fighissimo, posso rubartelo? :D

    RispondiElimina
  2. Grazie ragazze, ma è solo una ricetta copiata... si può fare anche di meglio :)

    @Annika: tranne qualche eccezione, i miei contenitori sono tutti riciclati... rompo un po' le scatole per farmeli dare dalle amiche, ho una discreta scelta adesso :)

    RispondiElimina
  3. Dimenticavo la domanda sul conservante...
    Nella ricetta originale, si dice che questo scrub così dura 3 settimane e che il conservante si può aggiungere.
    Personalmente preferisco evitare dove posso preparando un po' meno prodotto e sapere che lo finirò in un mese, ad esempio.

    Per quanto non ne abbia la certezza (lo scoprirò con questa prova), secondo me può durare anche il doppio se conservato bene: all'asciutto e in un contenitore ben chiuso.

    RispondiElimina
  4. Grazie per la risposta. Me lo domandavo non tanto per me quanto per regalarlo, mi sembrerebbe troppo chiedere alle amiche di farlo fuori subito. ç_ç
    In effetti pensavo durasse di meno senza conservanti, direi che un mese è accettabile, più o meno durano così anche i prodotti "freschi" Lush...

    RispondiElimina
  5. Molto carino!!! Mi piace molto! Bravissima! ^^

    RispondiElimina
  6. Qualcosa di simile agli "aggeggi" per le misurazioni di tsp e Tbps ma anche tazze li puoi trovare all'ikea e costano pochissimo.
    io sono ferma ancora ai saponi. Ma pian piano... :-)
    Buon Natale!

    RispondiElimina
  7. Ciao, sono capitata per caso sul tuo blog e sono rimasta a bocca aperta! Quanta bella roba, complimenti! Penso che mi cimenterò a fare qualcosina, questo scrub mi piace troppo! ^_^

    RispondiElimina
  8. Ciao! Ma senti: se sostituissi il burro di karitè all'aloe con semplice burro... comprato? ;)

    RispondiElimina
  9. Ciao!
    Credo andrà comunque bene ihihi :-)

    RispondiElimina
  10. Fatto
    bellissimo Patty
    guarda come è bellino
    http://i7.photobucket.com/albums/y266/luciap955/sapone/DSCN0531.jpg

    RispondiElimina
  11. Mooooolto bello Lucia, molto molto bello!

    RispondiElimina
  12. Ciao Patty, meravigliosa questa ricetta, domani la provo!
    Per regolarmi, quanto scrub viene? Un vasetto da 100 ml viene pieno o anche qualcosa di più?
    Vorrei farne uscire 2, uno per me, uno da regalare ;)
    Grazie

    RispondiElimina
  13. Ciao! Probabilmente per due vasetti da 100ml basta... :)

    RispondiElimina
  14. wwwwwwwwwwoooooooooooooooowwwwwwwwwwww ma che brava!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. BARBY TREPIC.6 aprile 2011 15:59

    BELLISSIMO TU' CI TENTI CON QUESTE BELLE RICETTE SEI UNA DIAVOLETTA <3

    RispondiElimina
  16. colmplimenti è stupendo!
    secondo voi può andare bene anche per la pelle del viso o sarebbe troppo aggressivo o untuoso (per pelli miste grasse)?

    RispondiElimina
  17. No, no... Per il viso non va bene :)
    Troppo aggressivo e unto.

    RispondiElimina
  18. L'ho appena fatto e provato sulle mani... mmm mi sa che è davvero troppo unto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh beh, sulle mani dà fastidio sicuramente di più l'unto... sul corpo è accettabile per conto mio, da usare sotto la doccia sciacquandosi dopo :)

      Elimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)