15 maggio 2009

Tonico astringente opacizzante

Le ricette dei tonici sono sempre tutte più o meno uguali e io mi rendo conto di avere poca fantasia, comunque oggi vi propongo un tonico astringente e opacizzante (ma anche idratante e pulisce bene).

Tonico astringente ed opacizzante

Acqua a 100
Acqua di Hamamelis/Amamelide 30
Glicerina 3
Pantenolo 1
Umectol 3
Miele in polvere 1
Olio essenziale di Camomilla Romana (forse meglio se avete la Matricaria) 3 gocce
Poliglicerile 10 Laurato 2
Phenonip 0.5
Argilla bianca (Caolino) 1 cucchiaino


Procedimento:

Dapprima ho solubilizzato il Phenonip (oleoso) e l'olio essenziale nel Poliglicerile 10 Laurato per poterli così inserire in questo prodotto a base di acqua: ciò vuol dire mescolare assieme Pge 10 Laurato, il Phenonip fe l'olio essenziale finché spariscono le gocce oleose.
Poi ho aggiunto all'acqua tutti i principi attivi idrosolubili: Umectol, Pantenolo, Miele in Polvere, Glicerina.
A questo, ho aggiunto gli ingredienti solubilizzati e modificato il ph fino a 5 (in realtà era già 1 5 e l'ho lasciato così). Infine, l'ho colorato a piacimento.
Il caolino l'ho versato direttamente nel contenitore vuoto in cui poi ho versato il tonico.


Perché, per cosa e per come.

- Se avete la Camomilla Matricaria forse è anche meglio per lenire (e in più colora di blu il prodotto).

- L'acqua di Hamamelis è astringente, dovrebbe aiutare a chiudere i pori (anche l'acqua di rose lo è) e se volete potete utilizzare anche un estratto (che sia solubile in acqua).

- Il Caolino è opacizzante (scommetto che lo sapevate già) e se lo aggiungete c'è da agitare il flacone prima di passare il tonico che diventa di un colore bianco spento (un po' vomitino a dir la verità), se volete potete perciò sostituirlo con l'ossido di zinco che è ugualmente opacizzante ma dà un colore più piacevole.
Comunque l'argilla bianca si trova più facilmente nelle erboristerie e potete non farci caso al colore poco "elegante".

- Il Poliglicerile 10 Laurato è sostituibile con qualsiasi altro solubilizzante abbiate.

- Il Phenonip (alias parabeni in Fenossietanolo) è come dice il nome, un conservante oleoso a base di parabeni che funziona in un range tra ph 3 a 8... ognuno scelga quello che preferisce. Per ora non mi ha mai tradita.

- Come sempre, gli altri ingredienti sono già stati spiegati e li potete cercare nel blog utilizzando il mio motore di ricerca personalizzato.

Questo è tutto, al più presto metterò le foto.

Che ve ne pare?
Voi lo usate il tonico?


A presto,

8 commenti :

  1. Io il tonico lo uso principalmente quando uso il sapone, sennò mi tira troppo la pelle... comunque poche volte, dato che ho comprato un buon latte detergente naturale all'argan e non ce piu bisogno di tonico. Lo uso anche quando devo uscire la sera, mi rende la pelle più luminosa assieme alla crema... dà un effetto più pulito al viso.

    RispondiElimina
  2. Io invece lo suo più per sfizio, mi piace
    la sensazione di freschezza che dà ed ormai è un'abitudine!
    Poi cerco di metterci principi attivi diversi rispetto alle creme che uso così le integra ;)

    RispondiElimina
  3. Complimenti!
    Ma l'argilla bianca si scioglie completamente oppure alla fine bisogna filtrare?
    Grazie e cia.

    RispondiElimina
  4. E' un tonico bifasico, l'argilla non si scioglie quindi e va agitato prima dell'uso.

    RispondiElimina
  5. Ma dove posso comprare un tonico? rispondete grz. :)

    RispondiElimina
  6. Complimenti Patty, hai delle ricette sfiziosissime.
    Roxy

    RispondiElimina
  7. Fatto anche questo per completare la coccola giornaliera eheheh E'veramente ottimo e la matricaria lo fa diventare estremamente ricercato! Grazie mille per tutto il lavoro e il tempo che dedichi a questo fantastico hobby :)

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)