5 agosto 2016

Eau de teint

Salve a tutti! 
Ero indecisa se pubblicare questo post prima o dopo le ferie perché in questi due mesi vi ho bombardato di ricette nuove e non volevo esagerare però in effetti questo spignatto è sicuramente più adatto alla primavera/estate e quindi meritava di essere pubblicato adesso o il prossimo anno! ;D
Oggi vi parlo di come ho cercato di replicare l'Eau de teint della SoBio, naturalmente è una mia interpretazione diciamo.

Eau de teint fai da te


Fase A
Acqua a 100%
Xantana SF 0,1
Glicerina 2
Sodio Jaluronato alto peso molecolare sol. 1% 2

Fase B
Pigmenti (Olive di Kolorowka) 6
Titanio Diossido 6
Lauroyl Lisine (Touche de douceur di Aroma Zone) 2
Caprilico caprico trigliceride 7
Ottildodecanolo 1
Dicaprylyl carbonate 2
Sucrose stearate (Ester de sucre di Aroma Zone) 2
Phenonip (conservante) 0,5
Fragranza Tea Rose di Gracefruit/Zenstore 10 gocce 

Preparazione

Prima di tutto dobbiamo dedicarci a preparare il nostro color carne (a meno che non l'abbiate già pronto) e abbiamo due possibilità:

- lo prepariamo a partire dagli ossidi di ferro nero/blu, rosso e giallo come vi ho raccontato nel post riguardo il fondotinta minerale fai da te;
- utilizziamo una miscela di pigmenti già pronta come ho fatto in questo caso: miscela Olive di Kolorowka

Qualunque sia la vostra scelta, per poter utilizzare i pigmenti per il fondotinta dovrete testarli sulla pelle: dovete creare una miscela, aiutandovi con il titanio diossido.
Direi di partire dal 6% di titanio diossido - che a questa % assicura una coprenza medio/bassa - e aggiungere i pigmenti fino ad ottenere un tono che sia più scuro della vostra pelle per poter poi essere utilizzato nel fondotinta.

Non appena abbiamo pronta la nostra miscela color carne (fatemi sapere se vi serve un post di approfondimento), possiamo passare allo spignatto vero e proprio!

  • Prepariamo la fase A: disperdiamo la xantana nella glicerina, scaldiamo l'acqua al microonde e la versiamo a poco a poco mescolando sopra la gomma xantana per formare il gel. Frulliamo se necessario. Lasciamo raffreddare un po' e aggiungiamo il Sodio Jaluronato.
    Misurate ora il pH e portatelo a 6 se necessario.
  • Lasciando da parte la fase A, dedichiamoci alla fase B!
    Mettiamo in un becher le polveri (compreso l'Ester de sucre), versiamo uno alla volta gli oli per stemperarle al meglio e creare meno grumi possibili (il top sarebbe che non ce ne ci siano).
    Per ultimi aggiungiamo il conservante e la fragranza.
  • Ora che le due fasi sono pronte, possiamo emulsionare.
    Versiamo la fase B nella A in due volte frullando: io ho utilizzato un mini frullatore.


Così il vostro fondotinta eau de teint fai da te è pronto :)
Il colore delle foto qui sopra non è molto veritiero... xD

Sulla formula: ingredienti e sostituzioni

  • Lauroyl Lisine: polvere adesivante che ha un tocco setoso e si sente. Non è essenziale, io ce l'ho e lo uso.
  • Sucrose stearate: ho l'Ester de sucre di Aroma Zone, non mi hai mai fatto impazzire come emulsionante, l'ho scelto appunto perché lo avevo ed era presente nell'inci del fondotinta SoBio.
    Potete provare con un emulsionante a freddo tipo il GC Emulsol O/W.
    Lo scopo in questo prodotto non è tanto avere un prodotto stabile (anche l'originale è bifasico), è mantenere in sospensione le polveri il più possibile dopo averlo agitato.
  • Gomma Xantana SF: ho aggiunto un pizzichino di xantana SF sia perché dà gel leggerissimi (allo 0,1% poi viene fuori un gel praticamente evanescente) per dare un minimo contributo a tenere le polveri e perché comunque risulta idratante. Non ne ho messa di più perché il prodotto deve dare la sensazione di essere praticamente acqua.
  • Fase grassa (Caprilico caprico trigliceride, Dicaprylyl Ether, Ottildodecanolo): ho utilizzato gli stessi del prodotto originale, nulla vi vieta di modificare la scelta.
    Tenete conto che ho riscontrato il Caprilico Caprico Trigliceride è molto bagnante.
    Eviterei gli oli vegetali se non come contorno perché ripeto, il prodotto dev'essere molto leggero e comunque le polveri non  verrebbero stemperate altrettanto bene, a mio avviso.
  • Sodio Jaluronato: per dare un tocco idratante anche se non è certamente questo lo scopo principale di un fondotinta. Si può omettere.


Ecco qui il mio Eau de teint fai da me! )
Ne prelevo qualche goccia, lo applico con le dita, non si può spalmare più di 1 minuto che non essendo a base di siliconi, si asciuga velocemente. Applico sopra la cipria, io preferisco la mia cipria opacizzante
Ha una coprenza medio-bassa, un effetto naturale, uniforma il colorito e la grana della pelle e dura fino a sera. 
Io che non uso sempre i fondotinta (d'estate solo fondotinta minerale) e con il caldo sudo anche molto ahimè, lo utilizzo senza provare fastidio, un traguardo.
Certamente non è adatto a chi ha bisogno di coprenza, va benissimo per chi ha una pelle senza grossi difetti.

Già così come fondotinta mi piace ma in futuro proverò a migliorarlo, ho già qualche idea. :)

Spero vi piacerà questo spignatto, fatemi sapere!

A presto,

Patrizia

1 commento :

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)