29 novembre 2014

Fondotinta minerale

Buongiorno!

Oggi mi cimento nel fondontinta minerale.... yeah!!!

Vi dico subito che arrivare a una formula che mi soddisfacesse non è stato facilissimo perché volevo ottenere una buona coprenza e un colore che mi stesse bene davvero. 
Prima di pensare alla colorazione però, che si ottiene soprattutto per tentativi (avercela una tabella di riferimento!), ho guardato un po' di inci e studiato gli ingredienti e le loro caratteristiche, sono andata per gradi.

I fondotinta minerali sono solitamente composti da:

Titanio Diossido: è coprente e molto adesivo, colora di bianco la pelle a mo' di stucco e non ha particolare piacevolezza quando lo spandiamo quindi ha bisogno di altre polveri utili.

Sericite Mica: non è coprente né adesivo sulla pelle ma migliora la texture del prodotto e l'applicazione.

Ossido di Zinco: è coprente ma non quanto il titanio diossido, dà un po' di sbrilluccichio e luce al fondotinta a mio avviso.

Riempitivi (filler): sono delle polveri aggiuntive che possiamo aggiungere per migliora un aspetto del nostro fondotinta, vi do qualche esempio:
Magnesio stearato: copre poco ma migliora l'adesività e quindi la durata sul viso del prodotto finale. Hanno attività simile lo Stearato di Zinco, Magnesio miristato.
Caolino: per migliorare l'assorbenza, ideale per pelli grasse a piccole percentuali.
Silice: opacizzante, minimizza visivamente le imperfezioni della pelle.
Siti come Glamour Cosmetics o Kolorowka.com vendono filler di tutti i tipi e generi per dare un effetto soft focus (eliminare visivamente le rughe e le imperfezioni), opacizzanti, illuminanti, ecc Date un'occhiata e vi perderete :D
Talco cosmetico: nei fondotinta in commercio non l'ho mai visto ma lo metto per completezza. E' trasparente e quindi copre poco ed è abbastanza adesivo.
...e poi ce ne sono tanti altri dalle caratteristiche più varie, questi indicati sono la base diciamo.

Pigmenti: colorano! :D Possono essere ossidi di ferro o lacche (che per ora vende Glamour Cosmetics) o miche per dare un effetto perlescente.

Una volta conosciuti gli ingredienti principali c'era da capire come utilizzarli e le proporzioni d'uso.
Così ho pensato di dare un'occhiata al sito Kolorowka.com che vende materie prime per il make up (non ci ho mai comprato ma mi prudono le ditina...) e ho trovato un bel po' di indicazioni e la ricetta base per un fondotinta minerale:

Sericite Mica 40 - 65%
Biossido di titanio 15 - 25%
Ossido di zinco 15 - 25%
Riempitivi 5-15%
Pigmenti 2 - 15%

Su questa formula di base ho iniziato a riflettere su come doveva essere il mio primo fondotinta.
Lo volevo piuttosto coprente (visto che ho il blush permanente della rosacea xD) ma senza effetto "gesso" che opacizzasse ma che non seccasse la pelle e che durasse in viso tutto il giorno. 
Così ho pensato alla mia formula personalizzata :D che è rimasta su carta per un bel po' perché la parte più complicata, quando ci ritroviamo a formulare un fondotinta minerale, è quando ci si trova a dover ricreare il color carne... il nostro "color carne".
Naturalmente non troverete mai un sito o un'indicazione qualsiasi su come miscelare gli ossidi per ottenere basi coloranti a seconda del sottotono ma tante spignattatrici che si sono ingegnate a loro modo ;)
Ho fatto diverse prove miscelando gli ossidi di ferro giallo, rosso, blu o nero e non è stato affatto facile per me.
Insomma, sono dovuta andare per tentativi finché non ho ottenuto il colore che cercavo o quasi.
Altrimenti, ci affidiamo alle miscele già pronte tipo Pigmentmischung o quelle vendute da Kolorowka che comunque potrebbero aver bisogno di essere corrette per adattarle alla nostra pelle.

La primissima prova di fondotinta l'ho fatta utilizzando il Pigmentimischung che vende Behawe, la versione chiara (hell) che ha un certo sottotono giallo.
Essendo una miscela con titanio diossido, ho scoperto che ne serve ben più del 5% preventivato in formula, sono arrivata a più del 17 % modificando la formula così:

Sericite Mica 34,80%
Biossido di Titanio 17,40%
Ossido di Zinco 17,40%
Magnesio stearato 8,7%
Microsfere di silice 4,35%
Pigmenti 17,35%

E questo è il risultato con il pigmentmischung hell:



Non avendo una reflex, mi risulta difficilissimo rendere i colori del fondotinta comunque devo dire che è rimasto comunque chiaro per la mia pelle (ho finito il pigmentmischung!) e a differenza della foto vira più sul giallo e sballando le dosi, il prodotto non mi è sembrato nemmeno così performante come lo volevo.
Quindi fate attenzione a che tipo di miscela utilizzate per il fondo minerale, diminuite il titanio diossido della formula che è già contenuto nella miscela già pronta. 

L'opzione di creare la colorazione da sola è stata per me laboriosa e io sono una discreta capra con i colori, ho fatto diverse prove e quasi tutte non mi convincevano. Alla fine ho pensato di procedere con un occhio al mio fondotinta e uno alla mia pelle ma vado a spiegarmi meglio :)
Mi sono preparata una miscela color carne (miravo a un neutro ma non è per niente facile da ottenere) che poi sarei andata a correggere una volta aggiunta alla base bianca. Facendo delle prove sulla mia pelle, di volta in volta mi sono segnata le aggiunte fatte in modo da riprodurlo il più fedelmente possibile la prossima volta.
La base colorata è questa:

Ossido giallo 1,4
Ossido rosso 0,4
Ossido nero 0,2 

L'ho preparata mescolandola al macina caffé, una volta pronta l'ho messa da parte e ho preparato il mio fondotinta con la formula che avevo pensato:

Sericite Mica 40%
Biossido di Titanio 30%
Ossido di Zinco 10%
Magnesio stearato 10%
Microsfere di silice 5%
Pigmenti 5%: della miscela qui sopra

Ho pesato il tutto, messo nel macina caffè e mescolato finché non ho ottenuto una miscela omogenea.
Il risultato è questo tenendo conto come sempre che i colori risultano sempre un po' sfalsati:


Con il 5% è uscito comunque un po' più scuro della mia pelle, ma diminuendo la % è venuto più adatto alla mia tonalità (questo va valutato singolarmente).
Tuttavia - dopo varie prove di colorazioni - questa non è ancora quella perfetta, visto che io ho un sottotono neutro. Decisamente non è facile azzeccare il colore del proprio incarnato, almeno per me :) 
Se avete consigli, ben vengano!!! 

Auto-recensione :D
Come mia abitudine, lo stendo wet inumidendo il kabuki prima dell'applicazione.
La coprenza è buona: sapete ormai che soffro di rosacea, ho naso e guance rosse e con questo fondotinta resta solo un velo rosa sulle guance che sembra blush :D
Non mi sento di renderlo più coprente perché vorrebbe dire aumentare il titanio biossido con il rischio che poi il fondotinta si applichi con più difficoltà (il titantio biossido si stende male perciò gli affianchiamo tante belle polverine che lo aiutino :D). Inoltre per mimetizzare i rossori, uso prima un correttore verde (di cui vi posterò la formula).
La durata è buona, arriva fino a sera assieme alla mia cipria opacizzante HD.
Non mi secca la pelle e non mi pare evidenzi le pieghette del viso. Insomma, non è male! :D
E' pensato per la mia pelle mista ma se avete una pelle secca potete aumentare la mica magari diminuire il biossido di titanio e togliere la silice che è opacizzante e assorbente; se avete una pelle di seta e non vi serve coprenza, aumentate la mica sericite e diminuite il titanio biossido.

Anche se questo fondotinta minerale mi soddisfa, non mancherò di migliorarlo:
- trovando esattamente il mio colore :D (direi che è essenziale!)
- migliorando la texture e la scorrevolezza utilizzando i filler acquistati da Glamour Cosmetics :D 
Sono già entusiasta per questo xD

Vi ricordo infine che quando lavoriamo con le polveri, è d'obbligo indossare una maschera protettiva per il naso e la bocca e preferibilmente di guanti per non ritrovarsi le mani colorate ;)

Spero che questo post vi sia utile, ho preferito raccontarvi un po' come ho proceduto infarcendolo di teoria piuttosto che darvi semplicemente la formula da copiare perché non siamo tutte uguali e le possibilità di personalizzazione sono infinite ;)
Come sempre, se c'è qualcosa da aggiungere o correggere, segnalatemelo pure.

A presto e buon make up minerale :D

Patrizia

14 commenti :

  1. Una vera aspirante alchimista!!Io sono proprio negata,non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello di cimentarmi in cose così complicate!!Complimenti per la tenacia e la passione che metti nelle cose che fai!!����

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio!! :D però non è così difficile, c'è solo bisogno di tempo e pazienza ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao Patty! Alla fine l'ho fatto, ho cambiato qualche polvere, è risultato così:

    Sericite mica 38%
    Titanio 30%
    Zinco 5%
    Magnesio stearato 10%
    Microsfere silice 5%
    Ronaflair® Low Luster Pigment 5%
    Microsfere di silicone 2%
    Pigmenti 5%

    E' molto setoso, copre bene e non fa apparire pellicine ecc. Ci ho solo messo una vita per trovare il colore adatto :D Ma è molto soddisfacente e meno pastoso rispetto a quello acquistato che utilizzavo prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava RS! Bella formula :)
      Trovare il proprio colore è un'impresa titanica la prima volta XD poi l'imporante è segnarsi i pesi degli ossidi.
      Anche il mio fondotinta non evidenzia le pellicine e questo mi piace molto :)
      Grazie per aver condiviso :D

      Elimina
  4. Bello! !!! Se non volessi usare né titanio diossido né ossido di zinco con cosa li sostituisco???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono abbastanza intercambiabili tra di loro ma non si sostituiscono con altro.

      Elimina
    2. Quindi devo abbandonare l'idea del fondotinta in polvere se non uso quelli? ? Ho letto da varie parti ke il titanio diox può essere nocivo se inalato..grazie mille della risposta! !

      Elimina
    3. Puoi farlo ma non sarà coprente perché sia ossido di zinco che titanio diossido conferiscono coprenza al fondotinta. Inoltre dato che sbiancano dovresti rivedere le dosi dei pigmenti.
      Per quanto riguarda il tuo timore sul titanio diossido mi sono un po' documentata e ho trovato questo:
      http://www.nononsensecosmethic.org/hazard-concern-rischio-ambientale-e-non-solo-del-biossido-di-titanio/#comment-1576526293
      La fonte è affidabile ;)
      A te la scelta :)

      Elimina
    4. Ciao Patty, ho realizzato questo fondo ed è meraviglioso....
      Io ho la pelle grassa, ma secca in superficie, con pellicine, e mi ha risolto il problema <3
      Vorrei realizzarne uno per la mia amica, lei però ha la pelle molto grassa e un po' acneica, come mi consiglieresti di modificare la ricetta?

      Elimina
  5. Ciaooo avrei una domandina stupida forse... Spulciando su AZ ho visto che ci sono le miche già colorate (bronzo, nicciola, ecc) ma tutte le spignattatrici usano la base e poi la colorano con gli ossidi. Perché? Non sarebbe più semplice? Ho la resa farà un po' schifo??

    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      le polveri colorate da sole come gli ossidi di ferro e le miche, hanno il solo compito di colorare (gli ossidi sono opachi e le miche perlescenti) ma da soli non bastano per diventare un fondotinta perché noi vogliamo che questo sia coprente o illuminante, che si stenda bene, che duri diverse ore in viso, ecc ecc perciò ci servono altre polverine che ci permettano di ottenere il prodotto che cerchiamo.

      Elimina
  6. Ciao! Ti ho "scoperta" da quando sono iscritta al forum di Lola (poco più di un mese)...mi piacciono molto le tue ricette ma in particolar modo il fatto che cerchi di spiegare il più possibile come arrivi ai tuoi risultati e tutti i dettagli tecnici che per una super pivellina come me sono interessantissimi e molto importanti! Detto questo visto che anche io sto cercando una ricetta per il fondo minerale (anche se ho la pelle super asfittica con pellicine che poi esplode all'improvviso con simpatiche "lucidature") stavo studiando anche la tua, per il problema del color carne ho letto in giro (su un forum ma non ricordo quale) che molti sostituiscono l'ossido rosso con l'ultramarine rosa (spiegano che il rosso dà toni troppo aranciati) e a volte anche il nero con l'ultramarine blu o li usano entrambi. Magari l'avevi già letto...consiglio per la mia pellaccia che oltretutto ha bisogno di molta coprenza? Ultima domanda: le microsfere di silice e i vari fillers soft focus di GC non si rovinano passandoli alle lame? (sono ben ignorante... :) )
    Complimenti per le tue splendide creazioni!
    A presto solita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Solita,

      per quanto riguarda il color carne, gli ossidi che ho usato sono quelli diciamo "di base".
      Poi le carnagioni sono così varie che possiamo mescolare gli ossidi come a nostro piacimento per ottenere un colore che più si avvicina al nostro incarnato. Si va a tentativi, molti tentativi.
      Per me l'ultramatino rosa è molto freddo e non ho pensato di usarlo però non escludo si possa utilizzare.
      Per avere coprenza nei fondotinta di solito si usa il titanio diossido ma per contro, accentua le pellicine... bisogna bilanciare la formula e anche qui si va di prove.
      Oppure esiste l'Extender W che un filler composta da mica ricoperta di titanio diossido (detta in soldoni) che potrebbe essere una via di mezzo tra coprenza moderata ed evitare l'effetto gesso del titanio diossido.
      Per il discorso delle polveri e delle lame, dipende dai filler... io verifico sul forum di Lola in base ai consigli delle esperte :)))
      Spero di aver risposto a tutto, a presto! :)

      Elimina
  7. Grazie!!! Sei stata gentilissima! Da GC ho acquistato il Balance Green e il Gold (ho la pelle molto chiara con molti rossori...), il Ronaflair N50 (per la scorrevolezza e l'adesività), il Flawless (softfocus) e il Softshade (softfocus, opacizzante ma dal tocco morbido), da AZ le microsfere di silice (...sono pivellina ma ho qualche annetto...si nota dagli acquisti fatti... :) ), spero di aver scelto bene... grazie alla tua ricetta e i consigli dati nei vari commenti, credo di potercela fare!!! Appena smetto di fissare tutto con aria leggermente inebetita, collego il macina caffè alla presa e accendo la bilancia ti aggiorno su quello che ho combinato!!! Grazie ancora e a presto :)

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)