3 giugno 2010

Crema levigante per i piedi

L'estate si avvicina e cominciamo a mettere in mostra i nostri piedini di fata... che devono essere assolutamente presentabili! :-D
Però non so voi, ma i miei piedi d'estate sono una tragedia... puntualmente alla sera sono ruvidi e secchi, dal momento che non sono "al coperto e al sicuro" nelle scarpe chiuse. Finisce che passo la pietra pomice a giorni alterni...
Quindi, ho assolutamente bisogno di una crema che li mantenga più morbidi e lisci e ovviamente me la sono fatta! Il risultato è molto buono e i miei piedi ringraziano ;-)

Crema levigante per i piedi all'Urea 

Acqua a 100 %
Xantana 0.3
Glicerina 6

Metilglucosio Sesquistearato 3
Burro di Cacao 1
Burro di Karité 2
Caprilico Caprico Trigliceride 3
Octildodecanolo 3
Olio di Mandorle dolci 3
Diottil Carbonato 2
Alcool Cetilico 1
Cetyl Palmitato 2
Dry Flo 0,5
Aperoxid TLA 1 goccia

Urea 20
Phenonip 0.5
Fragranza (The Verde e Cetriolo)


Procedimento:
Ho preparato la crema come di consueto
Ho aggiunto l'Urea senza attendere che la crema si raffreddasse, dal momento che non è un ingrediente che soffre le alte temperature. 
Dopo di che, ho continuato a frullare un po' e la crema ha assunto proprio una bella consistenza (tenetelo a mente: più si frulla più la crema migliora ma attenzione ad incorporare troppe bolle). 
Una volta che la crema è diventata fredda, ho aggiunto solo il conservante e la fragranza.
Il ph della crema deve essere inferiore a 6 poiché leggevo che a questo ph l'urea libera ammoniaca (direi di evitare).
PER STABILIZZARE IL PH DELLA CREMA - AGGIORNAMENTO: 
con il tempo il ph delle creme con Urea tende a risalire, potete scegliere di tenere monitorata la crema e modificarlo di volta in volta oppure utilizzare un sistema tampone per non far alzare il ph con il tempo (o comunque in tempi molto più lunghi). Personalmente utilizzo un 2% di gluconolattone (idrosolubile).


Sugli ingredienti:
  • Urea: cheratolico, cheratoplastico e levigante: svolge un'azione esfoliante dello strato corneo superficiale. E' umettante fino al 10%. 
  • Diottil Carbonato: olio secco sintentico (vedi Dycaprylyl Ether & co) ma verde al Biodizionario.it. 

Sostituzioni:
  • Diottil Carbonato, Octildodecanolo: sostituiteli con gli oli più leggeri che avete (anche se c'è da dire non sarà mai lo stesso effetto).
  • Caprilico Caprico Trigliceride: olio di media densità, valutate voi quale tra i vostri olio non sia pesante (anche se anche in questo caso, lo trovo difficilmente sostituibile).
  • Aperoxid TLA: Tocoferolo, Antiranz di Behawe.com, Oleoresina di Rosmarino.
  • Phenonip: scegliete il conservante che preferite.
  • Dry Flo: non si sostituisce con dell'amido normale, provate con del talco.
Impressioni

Da quando uso questa crema, i piedi non sono mai secchi e  screpolati alla sera. Non stiamo parlando di piedi morbidi come quelli di un bimbo ma posso accontentarmi!
La prova del 9 saranno le giornate al mare... vedremo se riuscirò a mantenere dei piedi di fata ;-P

NB L'ho anche provata sui gomiti che mi sono ritrovata particolarmente secchi e nel giro di due giorni sono tornati lisci e... anche loro pronti per l'estate ;-D

5 commenti :

  1. Fantastico! Per i piedi secchi stavo usando una crema a base di urea ma...contiene petrolati, bleah! -_- Prenderò spunto grazie! :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Patty, volevo chiederti se questa crema (visto che è passato un pò di tempo) l'hai mai fatta con carbomer...
    Ciao :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao, non l'ho mai fatta con il Carbomer.
    Tra l'altro con l'Urea c'è bisogno del Gluconolattone per stabilizzare il ph (all'epoca della ricetta non si sapeva ancora!)

    RispondiElimina
  4. Infatti io il gluconolattone ho iniziato a mettercelo dopo aver letto del ph . La tua crema comunque è veramente stupenda, complimenti!!!

    RispondiElimina
  5. ma basta fare creme con tutte queste polverine che non hanno nessuna proprietà......c è ben poco del naturale qui .......se devo spendere soldi a comperare tutte le polveri ecc faccio prima a comperarla.......

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)