25 febbraio 2015

Shampoo secco similLush

Salve Salvino, care vicine!

Come vi ho anticipato sulla mia pagina Facebook, questa settimana qui sul blog si parlerà di capelli e pelle grassa/mista perché io - fortunella - sono portatrice sana di entrambe.
E siccome siamo tante a far parte del club, ho pensato di condividere con voi la mia "battaglia" contro l'unto! Che poi è una convivenza semi pacifica ;) ma di recente la situazione è pure peggiorata perciò sono più agguerrita che mai!
Una delle soluzioni in commercio per diradare i lavaggi che per noi sono piuttosto frequenti, sono gli shampoo a secco. Ho visto che in commercio ci sono varie formule più o meno naturali e sintetiche e io mi sono basata sull'inci dello shampoo Siamo a secco  di Lush che è verde e dal quale possiamo facilmente prendere ispirazione.
A onor del vero, ho letto che non è quello più efficace ma sicuramente quello che più calmante per la cute (quindi ottimo in caso di pruriti dovuti alla cute grassa).
Ecco qui la lista degli ingredienti:
Farina di Mais (Zea mays), Carbonato di magnesio (Magnesium Carbonate), Talco (Talc), Profumo (Perfume), Olio essenziale di Pompelmo (Citrus paradisi), Olio essenziale di lime (Citrus aurantifolia), *Citral (*Citral), *Geraniol (*Geraniol),*Limonene (*Limonene), *Linalool (*Linalool)

Come vedete, è proprio facile da copiare! E io ho fatto così:

Shampoo secco simil Lush

Amido di Mais 1 cucchiaino (o Amido di Riso tritato finemente)
Magnesio carbonato 1 cucchiaino (facoltativo)
Talco cosmetico 1 cucchiaino (o Talco Veneto o Borotalco)
OE di Pompelmo 2 gc
OE di Lime 2 gc
(o oli essenziali a scelta purché non irritanti)



Aggiornamento marzo 2016: mi sto trovando meglio con l'amido di riso (preso da Vernile) che si sparge meglio e si spazzola più facilmente dalla testa ;)

Lo verso in un flacone aiutandomi con un imbuto e lo spargo sulla testa massaggiando; lascio in posa 5 minuti, passo un asciugamano e poi inizio a spazzolare.
Diciamo che con questo prodotto i capelli diventano voluminosi e guadagno un giorno sul lavaggio con lo shampoo normale. Hanno un aspetto migliore che dà però solo una parvenza di pulito infatti, se alla vista non c'è quel bruttissimo effetto unto, passando le mani attraverso si sente che i capelli non sono lavati con acqua e detergente. 
Il che va bene se non abbiamo proprio tempo di lavarli con lo shampoo tradizionale oppure vogliamo cercare di diradare i lavaggi e guadagnare un giorno.
Dopo aver passato la spazzola, i miei capelli non restano molto opachi ma devo dire che parto da un capello molto lucido anche da pulito (sì, non solo per l'unto ;P) però vi dico subito che se esagerate con la polverina e se siete castane, non la toglierete mai del tutto! Un po' di polvere bianca resta e fatica ad andare via.
Ma se ne usate troppo poco, non assorbe adeguatamente il sebo: bisogna un po' imparare a dosare al meglio questo shampoo.

Per ovviare a questo problema, ho provato anche la versione al cacao amaro (ne ho aggiunto un cucchiaio abbondante alla ricetta di cui sopra).


Se massaggiate troppo, la cute vi resta marroncina e quindi non esagerate. :D ma praticamente se resta della polvere sulla testa non si nota e può essere simpatico profumare di cacao (tanto i miei capelli ne hanno viste di tutti i colori!). 
Per quanto riguarda l'applicazione, si potrebbe pensare anche a una... saliera! Ebbene sì!
Oppure con un pennello grande si sparge lo shampoo a pioggia sulla cute (tecnica meno imbarazzante).

Piccola review: qui lo dico e qui lo nego :D ho provato anche lo shampoo secco della Fructis!
Pro: i capelli rimangono un po' più leggeri che con il mio ma non aspettatevi comunque che lo siano come appena lavati, restano sempre voluminosi e puliti all'apparenza. Non lascia residui.
Contro: non ha un buon odore e il fatto che contenga alcohol denaturato non mi fa fare i salti di gioia, non credo sia il massimo della vita per i capelli e per questo lo uso con parsimonia.

In definitiva, sto provando e riprovando questo prodotto per cercare di diradare i lavaggi, al momento i miei capelli si ungono ancora più facilmente e la cosa mi stressa non poco.
Avrete capito che non può sostituire lo shampoo normale ;)
Ma se dovesse capitarmi che mi arrivi un sms da Robert Pattinson dicendomi che passa a trovarmi o che mi suoni il campanello Tiziano Ferro con l'intenzione di cantarmi una serenata... in pochi minuti potrei sistemarmi i capelli ehehe :D
Ho anche spignattato un siero da applicare sulla cute per cercare di migliorare la situazione ma di questo ve ne parlerò nei prossimi post... ;)

Voi avete mai provato uno shampoo secco? Avete provato a spignattarlo? Come è andata?

Fatemi sapere :)

A  prestissimo!

Patrizia

7 commenti :

  1. Mmm interessante ricettina!! Con questo espediente potrei decidermi a rifarmi la frangetta!! Ho pelle e capelli che si ingrassano facilmente e la combinazione con la frangia era letale, in un giorno si ungeva tantissimo!!
    Per tutta la testa non penso potrei usarla, ho i capelli mossi e se li spazzolo troppo diventano una scopa di saggina!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, per la frangetta è ideale infatti!

      Elimina
  2. Eh ma che bello!! Lo dovrei fare per mia suocera... Lei lo usa nelle varie sue emergenze di vita ( :P) e usa quello della Fructis. Le faccio il tuo che è buono e naturale, che è meglio! Grazie Patty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, questo è sicuramente naturale :D
      Solo è un po' più laborioso applicarlo rispetto allo spray ;)

      Elimina
    2. Sarà divertente guardarla allora....ihihi

      Elimina
  3. Bellissima questa ricettina, non avevo mai pensato di combinare più ingredienti, finora usavo solo il talco! E buonissima anche l'idea di usare il cacao per ovviare l'effetto gesso... ok basta parlare, corro a prepararlo!!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava!
      L'idea del cacao si trova in vari blog ;) mica è mia! :D

      Elimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)