30 dicembre 2014

Blush minerale fai da te

Salve!

Rieccomi dopo il Natale per mostrarvi cosa ho spignattato in questi giorni, sono in ferie fino al 6 gennaio e quindi il tempo per dedicarmi al mio hobby non manca.
La sfida era creare dei fard minerali - ai miei tempi i blush si chiamavano così! - nei colori che desideravo e che ovviamente non fossero deludenti in termini di resa, ve ne parlerò meglio dopo avervi lasciato la formula (tra parentesi le quantità per 5 gr di prodotto).

No, non sono fard Neve Cosmetics!

Fard Rosa Freddo

Mica sericite 65% (3,25)
Extender W (Mica, Titanio Diossido) 15% (0,75)
Magnesio stearato 5 % (0,25)
Ossido di ferro Blu 0,4 % (0,02)
Ossido di ferro Rosso 0,8% (0,04)
Ultramarino Rosa 13,8% (0,69)


In foto appare un colore più caldo invece è più freddo proprio come appare nella foto sopra nel contenitore.
E' un rosa che dà effetto salute, quando lo si stende è molto modulabile sia perché io ho una pelle chiara sia perché non essendo un'esperta di trucco, mi è più facile dosarlo ed evitare l'effetto Heidi ;)
Le dosi dei pigmenti le ho scelte ispirandomi ad una ricetta di Aroma Zone. 
Se lo volete di un colore più carico, aumentate i pigmenti che in questo caso sono al 15% tenendo conto che in effetti il fard deve colorare leggermente in trasparenza. 
Poi insomma... de gustibus, il bello dello spignatto è anche questo!

Fard Pesca

Sericite mica 63% (3,15)
Extender W (Mica, Titanio Diossido) 20% (1)
Magnesio stearato 5% (0,25)
Ultramarino Rosa 8% 80,4)
Ossido di ferro Rosso 1,8% (0,09)
Ossido di ferro Blu 0,2% (0,01)
Ossido di ferro Giallo 2% (0,1)


In seguito volevo realizzare anche un fard color pesca ed eccolo qui :)


Procedimento


Attrezzatura necessaria: mascherina per naso e bocca, guanti, macinacaffè o mortaio. 
Per quanto riguarda il fard rosa freddo, ho semplicemente pesato tutte le polveri e mescolato per bene al macinacaffé diversi minuti (come sempre vi consiglio: non apritelo subito per curiosare il risultato ma lasciate che la nuvola di polveri si abbassi) e il fard era pronto!

Se lo avessi voluto shimmer, avrei passato tutto al macinacaffè e aggiunto poi le miche brillanti mescolandole a mano.
Al posto del macinacaffé si può usare il mortaio, il procedimento sarà più lungo e anche in questo caso eventuali miche brillanti, si mescolano con il cucchiaio armandosi di tanta pazienza fino ad ottenere un prodotto omogeneo. 
Per ottenere il fard pesca invece, avendo una vaga idea di come ottenere quel colore, ho prima mescolato i pigmenti a parte cercando di ottenere la nuance che cercavo aggiungendo di volta in volta giallo o rosso fino a che non mi sembrava andasse bene, al tutto poi ho aggiunto le polveri bianche e mescolato al macinacaffé. 
Certamente fino a questo punto, non potevo sapere se ero stata abbastanza brava da ottenere il blush del colore desiderato e invece... botta di fortuna! Mi piace davvero molto, soddisfazione a mille! :D


Sugli ingredienti

Dal momento che un fard deve colorare in modo leggero - in modo diverso dagli ombretti per capirci - la mica sericite doveva assolutamente essere la polvere principale del prodotto utilizzandola in maggiore quantità rispetto al titanio diossido.
La mica sericite è trasparente, non dà coprenza e non aderisce granché alla pelle.
Il titanio diossido è coprente e molto adesivo.
E' importante quindi bilanciare al meglio le due polveri in modo che il fard non sia troppo leggero da non rimanere sulla pelle ma nemmeno troppo coprente pena i pomelli rossi alla Heidi!
Siccome temevo un po' che il titanio diossido desse questo effetto, ho preferito utilizzare l'Extender W di Kolorowka.com: mica rivestita di titanio diossido di cui mantiene la buona adesività ma mi sembrava utile per ottenere un prodotto leggero (può essere utilizzato anche nel fondotinta minerale per un aspetto più naturale) e non "appesantito" dal titanio diossido puro.
Se non avete l'Exentender W, utilizzate il titanio diossido diminuendo la percentuale d'utilizzo direi attorno al 10%. 
Il magnesio stearato come sempre nei miei prodotti minerali, lo aggiungo per migliorare l'adesività e la texture. 
Come dicevo sopra, se desiderate realizzare un blush shimmer, potete utilizzare in modo parsimonioso qualche mica dorata o argentata del tipo che preferite in base all'effetto che volete ottenere.


Auto-recensione ;)

Come vi ho detto, sono prodotti che magari richiedono una passata in più col pennello perché li volevo molto modulabili sul viso ma la durata è buona e i colori mi piacciono molto :D eheheh Soddisfattissima!
Lo uso assieme al mio fondotinta minerale fai da te e sopra la mia cipria HD oppure la cipria Soft Light, non potete capire che soddisfazione truccarsi con i prodotti fatti con le mie manine ;D

Spero di avervi dato tutte le indicazioni utili per provare anche voi a realizzarli e se avete bisogno di chiarimenti, commentate pure qui sotto :D

A presto, 

Patrizia

PS Il prossimo step in fatto di make up sono gli ombretti, ci sto studiando molto... non sono così facili da realizzare come sembra! Ma ho anche finito la mica sericite e mi tocca aspettare a sperimentare xD 

5 commenti :

  1. Bellissimo Patty da provare. ....ti auguro un felicissimo anno nuovo!

    RispondiElimina
  2. Proverò sicuramente, anche io sto studiando da tempo gli ombretti, e sono contenta che qualcuno ammetta che non è così facile riprodurne di buona qualità e tenuta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è affatto così semplice... ;)

      Elimina

Grazie per il tuo commento, significa molto per il blog :)